Ad occhi chiusi

Scritto da Redazione.

lettera scuolaIl teatro come strumento per suscitare nei bambini la fiducia in se stessi e negli altri. Come? Con attività come quelle illustrate in quest'articolo.

 

 

  

Ciao caro Spiazzo, sono un’insegnante di una scuola elementare e, insieme alle mie colleghe, vorrei attivare un laboratorio di teatro per i bambini della nostra scuola con lo scopo preciso di aumentare la fiducia reciproca tra i ragazzi. Potete darci qualche consiglio su come avviarlo?

Laura

Risposta de Lo Spiazzo:

Carissima Laura,

è una bella idea quella di utilizzare il linguaggio teatrale, molto diretto e spontaneo, per consolidare la fiducia che i bambini ripongono sia in se stessi sia negli altri. Nel mondo della scuola e nella dimensione più piccola della classe è, infatti, indispensabile che si confidi negli altri: solo in questo modo il bambino può concentrarsi in piena tranquillità sul proprio agire individuale, perché sa che intorno a sé ha un gruppo che funziona al meglio.

 

L’idea del “dietro le quinte” e del sipario in teatro suggeriscono proprio questo: gli attori sulla scena non vedono cosa succede dietro, ma possono concentrarsi solamente sul proprio personaggio perché sanno che possono fidarsi degli altri attori, che entreranno, ricopriranno il loro ruolo e se capiterà un momento di difficoltà, saranno pronti ad aiutarli a portare avanti lo spettacolo; allo stesso modo il pubblico seduto in platea prima dello spettacolo, quando vengono spente le luci, non sa cosa succederà, ma si affida agli attori che immagina dietro al sipario.

 

A questo punto ti consigliamo delle attività pratiche da svolgere con i bambini tratte da 200 e uno… giochi esercizi e riflessioni per un laboratorio teatrale,1 ma puoi decidere di modificarle e variarle in modo da renderle all’inizio più semplici e poi, man mano che i bambini acquistano fiducia in se stessi e negli altri, complicarle.

Fate camminare i bambini in uno spazio privo di ostacoli a occhi chiusi. Nel momento in cui s’incontreranno si prenderanno per mano e inizieranno a camminare insieme. Man mano che ci s’imbatterà in altri gruppi, si prenderanno le loro mani fino a creare una grande catena. Quando saranno tutti collegati, il conduttore chiederà di restare ancora ad occhi chiusi e di ascoltare il respiro del proprio vicino, cercando di capire di chi si tratta.

Fate disporre i bambini a coppie: uno dei due chiuderà gli occhi, l’altro li manterrà aperti e guiderà il compagno a conoscere lo spazio intorno a sé. A metà esercizio si invertiranno le parti.

Disponete i bambini in cerchio in piedi stando molto vicini uno all’altro (spalla contro spalla). A turno ciascuno entrerà nel centro del cerchio, chiudendo gli occhi e lasciandosi cadere, fidandosi del fatto che chi gli sta intorno sarà pronto a sostenerlo e a rimetterlo in piedi.

 

Speriamo di esserti stata di aiuto, non esitare a contattarci per chiarimenti o altri consigli.

Buon laboratorio e buon lavoro!

 

 

Lo staff de Lo Spiazzo

 

1R. Frabetti, 200 e uno… giochi esercizi e riflessioni per un laboratorio teatrale, Pendragon, Bologna 2006.

 

EEDUCARE2.2b-29

libri 
 bacheca
siti amici  siti amici1siti amici face
siti amici2siti amici face
siti amici3siti amici face
siti amici4siti amici face
siti amici5siti amici face

EDUcazione.Cultura.Animazione.Relazione.Esperienze

bayanlarankara.net ankaraescortc.net ankaralibayanlar.com samsunescort.asia ankaratcescort.org

Informativa ai sensi dell'art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196
Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la pagina "Informativa sui cookie".
Chiudendo questo elemento o interagendo con questo sito senza modificare le impostazioni del browser acconsenti all'utilizzo di tutti i cookie di cui fa uso il sito.