GEO-COLLAGE

Scritto da Redazione.

Scuoladi Carlo Cumino

Un modo simpatico e coinvolgente per insegnare ai ragazzi le caratteristiche dei paesi del Mediterraneo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Un collage geografico per conoscere usi e costumi degli abitanti del Mediterraneo, utilizzabile sia a scuola per la lezione di geografia che in altri ambiti come il gruppo di catechismo o di oratorio.

Lo scopo di quest’attivazione (rivolta ai ragazzi di quarta/quinta elementare) è quella di far conoscere ai bambini - attraverso l’uso delle immagini - gli usi, i costumi e anche la storia degli abitanti delle varie regioni che si affacciano sul Mediterraneo (la cui presenza sta diventando una realtà sempre più comune nell’Italia di oggi), cercando di coinvolgere i bambini in una dimensione che comprenda qualcosa di più del semplice vedere e ascoltare una lezione, e che possa essere utilizzato anche durante una lezione di geografia.

 

 

Perché lo facciamo?

 

Nell’epoca dell’informatizzazione le conoscenze sugli altri paesi e i loro abitanti spesso possono essere date per scontate, contando che oggigiorno basta accendere il computer per trovare le informazioni di cui abbiamo bisogno in rete.

Non si deve dimenticare, però, che la curiosità (fonte di ogni ricerca) è una dote di cui tutti i bambini sono dotati e che va coltivata, anche solo per aiutare a favorire la comprensione di coloro che vengono da paesi diversi, soprattutto se tali paesi si affacciano - come il nostro - sul mar Mediterraneo.
Sapere che gli abitanti del Maghreb sono musulmani e che le donne indossano il velo non ci aiuta però a capire come si vive veramente in quei posti: come fanno festa, quali sono gli strumenti tipici, come sono le loro case ecc…

 

 

Che cosa si fa?

 

Materiale 1 cartellone; varie immagini da colorare e/o ritagliare (riviste oppure fotocopie o scaricate da internet), colla, forbici e colori per ogni gruppo/bambino.

 

Quante persone?  Una classe delle elementari o un gruppo di oratorio.

 

Dove?  Luogo chiuso (aula).


Durata  Una settimana (o eventualmente incontri periodici distribuiti durante l’anno).

 

L’attività comincia riproducendo su un cartellone bianco la sagoma del bacino del Mediterraneo. Tale cartellone verrà poi appeso su una parete e su di esso saranno poi incollate le varie immagini, in corrispondenza delle diverse zone geografiche.

A questo punto vengono descritte ai bambini le regioni geografiche dei vari stati che si affacciano sul mare (penisole italiana, iberica e balcanica, Grecia, Medioriente, Mahgreb ecc…). Dopo questa prima parte si dividono i bambini in gruppi da tre/quattro (a seconda del totale del gruppo/classe) e si distribuiscono loro alcune immagini di persone vestite a seconda dei diversi stili delle regioni geografiche da colorare e ritagliare, che saranno (a seguito di una spiegazione all’intera classe di cosa rappresentano le immagini ritagliate) poi incollate sul cartellone, in corrispondenza dell’area corretta.

Una volta inserite le sagome che raffigurano un uomo e una donna coi costumi tipici della regione, si può passare ad analizzare e aggiungere le immagini che riguardano altri aspetti culturali (come la musica, il cibo o le religioni più praticate).

 

Cosa fa il formatore?

 

Il formatore aiuta i ragazzi a disegnare profilo del Mediterraneo, e dà aiuto ai ragazzi a colorare e a ritagliare le immagini, consigliando loro quali sono i colori giusti.

In quanto conduttore dell’attività, egli può decidere se distribuire gli incontri in un periodo di tempo più concentrato o diluito, decidendo quali possono essere i temi da riportare sul cartellone durante quello specifico incontro.

 

 

Spunti per il conduttore

 

  • Se si tratta di un tema come la musica o la cucina si può utilizzare l’occasione per far sentire o vedere ai ragazzi una tipica canzone o pietanza estera (in particolar modo se il formatore conosce o se sono presenti persone di etnia o nazionalità diversa);

  • sarebbe bene far lavorare i vari sottogruppi di ragazzi sempre su una stessa area geografica, e magari far sì che siano loro a spiegare gli elementi che saranno incollati al cartellone (dopo aver dato alcune informazioni di base, tipo il nome degli strumenti musicali, di un piatto tipico, di un paesaggio, di un capo d’abbigliamento…);

  • nel caso l’attività venga svolta all’interno di una classe scolastica,le informazioni riportate sul cartellone possono poi essere utilizzate durante la lezione di geografia per spiegare le condizioni in cui attualmente si trovano i paesi delle regioni disegnate;

  • lo schema dell’attività può inoltre essere applicato a diverse aree geografiche e per diversi temi (come i paesaggi naturali, i monumenti ecc…).

 

Domande per il gruppo

 

 Alla fine della serie d’incontri si possono porre al gruppo/classe le seguenti domande:

 

  • Conoscevo tutte queste cose del Mediterraneo?

  • Quale degli argomenti affrontati mi è piaciuto o mi è rimasto più impresso?

  • C’è un paese che vorrei visitare?

Nel caso si tratti di una classe scolastica, si può chiedere ai ragazzi anche di raccontare cosa hanno provato durante questi incontri sotto forma di svolgimento scritto, e magari chiedere loro di leggerlo alla classe (questo può essere un buon modo per coinvolgere i bambini che sono più introversi, e fargli condividere con gli altri le sensazioni che hanno provato).

 

Allora… tutti a bordo per partire alla scoperta!


Carlo Cumino

EEDUCARE2.2b-29

libri 
 bacheca
siti amici  siti amici1siti amici face
siti amici2siti amici face
siti amici3siti amici face
siti amici4siti amici face
siti amici5siti amici face

EDUcazione.Cultura.Animazione.Relazione.Esperienze

bayanlarankara.net ankaraescortc.net ankaralibayanlar.com samsunescort.asia ankaratcescort.org

Informativa ai sensi dell'art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196
Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la pagina "Informativa sui cookie".
Chiudendo questo elemento o interagendo con questo sito senza modificare le impostazioni del browser acconsenti all'utilizzo di tutti i cookie di cui fa uso il sito.